Per tre mesi, a partire dal 1° ottobre, per ogni tonnellata di carta raccolta Romana Maceri devolverà 1 euro a favore delle popolazioni di Lazio, Umbria e Marche colpite dal sisma del 24 agosto scorso. Un’iniziativa di solidarietà che coinvolge anche altre importanti realtà del settore.

Riciclare la carta fa bene

E stavolta non è solo una questione ecologica e di lotta agli sprechi, c’è anche una motivazione solidale a sostegno di questa affermazione. Romana Maceri, infatti, ha deciso di aderire ad un’iniziativa benefica a favore delle popolazioni terremotate dell’Italia centrale, partecipata anche da AMA.

Dal 1° ottobre fino al 31 dicembre per ogni tonnellata di materiale cartaceo raccolto e conferito in discarica verrà versato un euro sul conto “Roma adotta Amatrice”, aperto dal Comune di Roma per la raccolta fondi a seguito del sisma del 24 agosto scorso. Una buona ragione in più per prestare estrema attenzione alla raccolta differenziata.

La carta è presente in maniera importante nella vita privata e lavorativa di ogni cittadino, viene spesso sprecata o smaltita in modo scorretto, senza differenziarla dagli altri rifiuti. Questo impedisce alle aziende che si occupano di macero di riciclarla al massimo delle potenzialità. Con un po’ di accortezza in più, invece, si potrebbero avviare al riciclo grandi quantità di materiale cellulosico, con conseguenti impatti positivi sia in chiave ecologica che economica.

Se la cittadinanza e le imprese di Roma e del Lazio risponderanno con convinzione, questa iniziativa di solidarietà potrà davvero avere grande successo.